Filastrocche e indovinelli!

[Pagina 2/4]

Filastrocca:
“E’ un tipo di componimento breve
con ripetizione di sillabe ed utilizzo
di parole di estrazione popolare.”
- Dizionario -

Le filastrocche spesso ci appaiono come un accostamento disordinato di parole, talvolta frutto più della casualità fonetica che di un intrinseco significato. Nonostante questo, esercitano un particolare fascino e sono molto utilizzate come accompagnamento ritmico ma sopratutto come gioco.

Qui di seguito troverete 4 filastrocche appartenenti ai 4 paesi.
Di 3 vi darò la traduzione, mentre di una vorrei che voi, senza sbirciare su internet, provaste a dare una vostra traduzione ed interpretazione!

Vi va?
Partiamo!

1)ALIMINUSA:

Capudannu e capu di misi

Capudannu e capu di misi
Li cucciddati unni su’ misi,
Sunnu misi ‘nta li casciuni
datini unu a lu vecchiu manciuni.
Sunnu misi ‘nta la cartedda
datini unu a la vicchiaredda
e si ‘un mi dati un cucciddatu
vostru maritu vi cadi malatu.

Capodanno e capo del mese

Capodanno e capo del mese
i cucciddati dove sono messi,
sono messi nel cassetto
datene uno al vecchio mangione.
Sono messi nella cesta
datene uno alla vecchietta
e non mi date un cucciddato
vostro marito vi cadrà malato.

“Cucciddato: biscotto ripieno di mandorle o fichi.”

2) CACCAMO:

Babbaluceddu nesci li corna

Babbaluceddu nesci li corna
Nesci li corna ca veni to nanna
Veni to nanna cu ‘na menza canna
E t’assicura finu a muntagna.

Lumachina fai uscire le antenne

Lumachina fai uscire le antenne
Fai uscire le antenne che viene tua nonna
Viene tua nonna con un mezzo bastone
e ti insegue fino alla montagna.

3) SCIARA:

A talì talì

A talì talì
Setti fimmini e un tarì
U tarì è stralucenti
Setti fimmini e un serpenti
U serpenti havi la cura
Setti fimmini e ‘na mula
e la mula ietta cauci
Setti fimmini e ‘na fauci
E la fauci è curta e china
Setti fimmini e ‘na ina
E la ina è ‘nt’ o me locu
Setti fimmini e un vraccuocu
U vraccuocu havi l’ossu amaru
Setti fimmini e un calamaru
U calamaru s’avi a maritari
A Ciccia l’orba s’avi a pigghiari
Ciccia l’orba s’avi a maritari
E u calamaru s’avi a pigghiari!

A guarda guarda

A guarda guarda
Sette femmine e una moneta
….

4) VALLEDOLMO:

Li festi di Natali

A li quattru Barbaredda
A li sei Niculedda
All’uattu Maria
A li tridici Lucia
A li vintunu San Tummasu
A li vinticincu Nascita Santa
A li vintuattu Stragi Innugenti
A li trentunu San Silvestro papa
Finisci lu misi e trasi l’annata.
A li sei la Tufania
Tutti li festi manna via.
Arrispunni la Cannilora:
“Ci sugnu io ancora!”.

Le feste di Natale

Il quattro Barbara
il sei Nicoletta
l’otto Maria
il tredici Lucia
il ventuno San Tommaso
Il venticinque la Santa Nascita
il ventotto la Strage degli Innocenti
il trentuno San Silvestro papa
finisce il mese e inizia l’anno.
Il sei l’Epifania
tutte le feste manda via.
Risponde la Candelora:
“Ci sono io ancora!”.

Bene! A voi il divertimento..

Sapete, mentre scrivevo mi è venuta in mente una cosa molto divertente: vi piacciono gli indovinelli?? Eccone uno:

“U teni nn’e manu è biancu,
u tiri nell’auriu ed è biancu,
cari ‘n terra ed è russu.
Chi cosa è?”

La soluzione? –> Categoria : Soluzioni!
Buon divertimento

Testolinabuffa

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.